torna alla pagina iniziale scrivi una e-mail
vai alla home page
la  posizione geografica
il parroco
la parrocchia
gli organismi parrocchiali
le comunicazioni
i gruppi
i contatti
torna alla sezione comunicazione

clicca sulle immagini
per ingrandirle

 

 

 

 

 

 

CATECHISTI


 VERIFICA E CONSIGLI

Carissimi,

ho preso visione dei vostri “diari di bordo”, il registro del catechista.
Essi sono preziosi documenti che, oltre ad attestare il vostro impegno, registrano la storia che oggi scriviamo con la vita.
Ciò che veramente conta è quel che vi sforzate di trasmettere e scrivere in maniera indelebile nel cuore del ragazzo in materia di fede, speranza e carità.

QUALCHE RIFLESSIONE
1.Vi chiedo, cara “schiera benemerita”, un maggiore impegno nell'insegnamento catechistico soprattutto sotto l'aspetto sistematico. Raccomando la preparazione previa alla lezione, possibilmente insieme come corpo catechistico, tenendo in seria considerazione i testi della C.E.I. e i sussidi appropriati, le indicazioni dell'Ufficio Catechistico e quelle direttamente date dal Vescovo.

2.Alla catechesi deve seguire necessariamente la mistagogia per evitare che l'insegnamento rimanga soltanto un fatto intellettuale.

3.Il rapporto dialogico fra catechista e ragazzo è importante, ma è soprattutto necessario aiutare i ragazzi a fissare nella memoria, nell'intelligenza e nel cuore le verità principali della fede che li dovranno accompagnare per tutta la vita.

4.Il catechista deve avere particolare cura della preghiera, deve farne il primato della sua attività. Insegnare ai ragazzi ad affinare l'arte della preghiera per interiorizzare il suo contenuto. L'insegnamento catechistico senza la preghiera è come una colomba che vuole volare con un’ ala soltanto.

5.L’obiettivo del catechista è far conoscere e amare Cristo, far conoscere e prendere famigliarità con le Sacre Scritture, far conoscere in maniera giusta la Chiesa per farla amare.

6.IL CATECHISTA, PRIMA CHE CON LA PAROLA, DEVE TESTIMONIARE CON LA VITA CIO' CHE INSEGNA.

7.Carissimi, il compito a voi affidato è molto delicato; vi esprimo la mia gratitudine per quanto fate. Formare le coscienze dei ragazzi, improntate sulla Parola e agli orientamenti della Chiesa non è cosa di poco conto. Per far meglio occorre più collaborazione, suggerisco un particolare coinvolgimento delle famiglie perché il nucleo familiare è un insostituibile sacrario per la vita e la crescita dei figli, come nella famiglia di Nazareth dove Gesù cresceva in età, sapienza e Grazia. Senza la presenza della famiglia, nella vita della Parrocchia, l’opera del Parroco, dei catechisti, degli educatori viene inesorabilmente vanificata. All’osservatore attento, non sfugge il degrado culturale e morale della società che in questo momento storico, come in altre epoche, coincide con il degrado della famiglia.

8.Questa lucida e penso condivisibile considerazione, fa prendere maggiormente consapevolezza della responsabilità che grava anche sulle vostre spalle di catechisti di questa comunità parrocchiale dei Sacri Cuori.

Il Parroco vi dice grazie benemeriti! e invoca su di voi lo Spirito di sapienza, scienza, intelligenza e copiose grazie celesti e benedizioni.

Sac. Carmine De Franco




 

 
   

vai all'inizio pagina

 

start control statistic web  5 ottobre 2007

     

optimized internet explorer

web project management © Web Study

view 800 X 600